€0.00 EUR
4 Giorni
Come creare un logo:

Creare un logo può essere impegnativo — soprattutto se non si hanno competenze avanzate di graphic design — ma non bisogna lasciarsi spaventare. La progettazione di un logo è una sfida, ma allo stesso tempo è un passaggio fondamentale ed entusiasmante del processo di costruzione dell'identità di un brand. Segui i passaggi sottostanti per creare un logo grandioso.

1. 

Crea le basi.

1.1 

Definisci il tuo brand.

Definisci il tuo brand.

Un logo è un elemento grafico fondamentale per la costruzione della brand identity — o identità di marca. Per tale motivo, prima di creare il logo della tua azienda è necessario avere ben chiaro il tipo di brand che vuoi costruire. Pensa in modo approfondito a ciò che rende unici i tuoi prodotti o servizi e a ciò che li differenzia da quelli della concorrenza.

Per aiutarti a creare la tua identità di marca, prova a porti le seguenti domande:

Qual è l'obiettivo della mia azienda?

Quali sono le caratteristiche demografiche della mia clientela di riferimento?

Quali valori e credenze guidano la mia attività?

Quali aspetti voglio che i clienti associno ai prodotti, ai servizi e al nome della mia azienda?

Quali sono le tre parole che descrivono al meglio il mio brand?

Quali sono le prime tre parole che dovrebbero venire in mente ai clienti quando vedono il mio brand?

Cosa posso fare per assicurarmi che la mia azienda si distingua dalla concorrenza?

Non hai ancora deciso il nome della tua azienda? Prova NameSnack.

1.2 
Considera lo scopo del tuo logo.

Definire con chiarezza il ruolo del tuo logo ti aiuterà a creare un design in grado di soddisfare tutti i requisiti alla base di una buona immagine di marca. Per tale motivo, dovrai pensare attentamente all'impatto che vuoi che il logo abbia sulla percezione del brand. Ecco alcune domande cui rispondere durante questo processo:

Che tipo di prima impressione vuoi che il tuo logo abbia sui potenziali clienti?

Quali aspetti della tua azienda vuoi che il logo comunichi ai clienti?

Che tipo di immagine di marca vuoi che il tuo logo proietti sulla clientela?

Il tuo logo apparirà su siti web, cartelloni pubblicitari, prodotti, articoli promozionali, veicoli aziendali o altre superfici?

Cosa vorresti che le persone riconoscessero subito nel tuo logo?

Il tuo logo includerà un'icona astratta, del testo, una mascotte o tutti questi elementi insieme?

1.3 

Lasciati ispirare.

Lasciati ispirare.

Un passaggio molto importante nella creazione del tuo logo è quello di dare un'occhiata ai loghi di altre aziende che sono direttamente concorrenti alla tua. Segna quali sono i loghi che preferisci e quelli che invece ti piacciono di meno, e prendi nota sulle caratteristiche che rendono efficace — o meno — ogni logo. Se ti vengono in mente delle idee particolari mentre guardi i loghi di altre aziende, assicurati di annotarle per evitare di dimenticarle.

Per ottenere il meglio da questo processo di brainstorming, ricordati di:

Metterti nei panni di un potenziale cliente.

Scrivere tutte le parole chiave che descrivono il tuo brand.

Mettere per iscritto tutte le tue idee; anche quelle che all'apparenza sembrano cattive possono essere d'ispirazione.

Creare una moodboard — o tavola di stile — e usala per rappresentare visivamente tutte le idee per il logo della tua azienda.

Ricevere consigli e feedback da parte di amici, familiari e persone fidate.

Chiedere suggerimenti a professionisti o a eventuali mentori.

Non limitarti soltanto al tuo settore di appartenenza. È importante prendere ispirazione anche dai loghi di aziende di successo anche se non operano nel tuo stesso settore: possono esserci delle caratteristiche trasversali che potresti usare anche nel tuo logo.

Prendere in considerazione ciò che differenzia il tuo brand dagli altri e fare in modo che tali differenze siano visibili nel logo.

Durante la creazione di un logo, analizzare i loghi dei brand concorrenti è un passaggio cruciale, non solo perché puoi imparare dai loro punti di forza e dalle debolezze, ma anche per assicurarti di non copiare il loro design.

Per trovare ulteriore ispirazione, visita siti web come Logo Of The Day.

2. 
2.1 

Scegli uno stile.

Scegli uno stile.

Il modo in cui i diversi elementi — icone, colori, caratteri tipografici, spazi e proporzioni — si combinano per formare il tuo logo determinerà lo stile di quest'ultimo. Non c'è uno stile specifico che va bene per tutti i loghi, così come per la stessa tipologia di logo possono andare bene diversi stili.

Se non trovi uno stile che faccia al caso tuo, prova a unire e mischiare diversi stili finché non troverai l'estetica perfetta per il tuo logo.

Opta per uno stile classico se vuoi che il tuo logo sia sempre attuale e non abbia bisogno di modifiche future. Creare un logo per la seconda volta o modificare quello esistente può, infatti, essere costoso e impegnativo.

Uno stile vintage aggiungerà un tocco nostalgico all'identità della tua azienda. Immagini o illustrazioni disegnate a mano si abbinano bene a questo tipo di estetica e danno al brand un aspetto elegante e di classe.

Per un logo ultra-moderno, prova uno stile minimal ricco di spazi bianchi, linee pulite, angoli appuntiti e palette monocromatiche. Le forme geometriche — triangoli, rettangoli, trapezi, cerchi — sono le migliori per i loghi dallo stile moderno.

Uno stile divertente può andare bene per aziende che si rivolgono a una clientela costituita da giovani o per un brand dinamico ed eccentrico. Mascotte personalizzate o immagini simpatiche sono delle ottime icone per un logo divertente in quanto trasmettono energia positiva e allegria.

Se vuoi trasmettere un senso sia di ricercatezza che di semplicità, scegli quello che può essere considerato uno stile fatto a mano. Forme che sembrano disegnate a mano libera comunicano tradizione, qualità e autenticità.

2.2 
Scegli il tuo logo.

Dopo aver deciso lo stile del tuo logo, non ti resta che decidere quale sia la tipologia di logo più appropriata per la tua azienda. Esistono otto diversi tipi di logo tra cui scegliere:

Un monogramma o lettermark è costituito da una o più lettere (normalmente un massimo di tre) che, a volte, possono essere accompagnate anche da un elemento grafico. Nei monogrammi, di solito, si usano le iniziali dell'azienda. Alcuni esempi famosi sono i loghi di H&M, Nasa e BBC.

Chiamati anche "loghi simbolici" o "iconici", i pittogrammi — a volte noti con il nome di "brandmark" — sono dei loghi in cui è presente solo l'icona e non vi è alcun testo. In questa tipologia di logo vengono utilizzati solo uno o due colori, ma la memorabilità dell'icona fa sì che, anche senza colore, questi pittogrammi siano comunque riconoscibili. Il logo della Nike o quello di Twitter sono due degli esempi più noti.

Conosciuti anche con il nome di "wordmark", i logotipi usano il nome completo del brand o dell'azienda come logo. Per creare un buon logotipo quello di cui hai bisogno è un bel font e un nome accattivante: focalizzati sul carattere tipografico, sulla dimensione del nome e sui colori per avere ottimi risultati. I casi più emblematici sono Coca-Cola, VISA e Disney.

Un modo efficace per creare un'immagine di marca amichevole è quella di usare un logo con mascotte. Questi loghi usano dei personaggi — inventati o reali, come nel caso dei fondatori — come punto focale del design, in modo tale da creare un rapporto più personale tra pubblico e azienda. Normalmente, questi loghi presentano anche il nome del brand, ma una buona mascotte è in grado di essere riconosciuta anche da sola.

Se vuoi che il tuo logo comunichi un senso di prestigio e status, opta per un emblema. Questo tipo di logo combina forme e testo in maniera complementare. Per riuscire a immaginare un emblema, pensa ai distintivi oppure dai un'occhiata agli stemmi usati dalle organizzazioni o dagli enti governativi.

I loghi astratti offrono la possibilità di creare design unici e mantengono la loro rilevanza anche quando la natura dell'azienda cambia. Questa tipologia di logo, normalmente, non ha una connessione esplicita con il brand.

I loghi dinamici sono loghi versatili che si adattano al contesto e al supporto su cui vengono usati. Di solito vengono scelti da aziende che occupano una posizione in diversi settori o che vogliono rivolgersi ai clienti in modo diverso a seconda del mezzo che utilizzano. Al giorno d’oggi, molte aziende fanno uso di loghi dinamici, riuscendo ad adattarsi nel migliore dei modi alle diverse tipologie di supporti e materiali pubblicitari esistenti.

Se nessuno dei loghi soprastanti fa al caso della tua azienda, un logo combinato — o "combination mark" — è quello che fa per te. Questi loghi sono formati sia da testo che da elementi grafici come icone, mascotte o simboli, i quali coesistono in perfetta armonia.

Prima di scegliere una tipologia di logo definitiva, prova diverse opzioni e cerca di capire quale sia la soluzione migliore per la tua azienda.

I logotipi o i loghi combinati, dato che contengono sia il nome che l'icona, sono più adatti per le nuove aziende che ancora non sono del tutto consolidate.

2.3 
Considera eventuali varianti del logo.

Dato che apparirà su diversi spazi e nei contesti più disparati, avere diverse varianti del proprio logo ne faciliterà l'integrazione tra le varie piattaforme e la visualizzazione sui prodotti promozionali. Creare diverse versioni non significa stravolgere il logo: si tratta sempre dello stesso design, ma in un formato leggermente diverso.

Non importa dove apparirà il tuo logo, scegli tra le seguenti varianti per un pacchetto perfetto.

Il logo primario è quello principale da cui, poi, vengono create tutte le varianti. Questo logo include il nome dell'azienda, lo slogan, gli elementi grafici e i colori. Di solito, è quello presente nei negozi fisici, sul sito web dell'azienda e su altri materiali di marketing.

Gli elementi che compongono il tuo logo primario possono essere ridisposti per creare un logo secondario. Il modo più facile per farlo è cambiare l'orientamento da verticale a orizzontale, o viceversa. Un logo secondario si può trovare sui social media, sulle etichette dei prodotti o su altri materiali stampati.

La forma semplificata del tuo logo, detta submark o brandmark, include il nome dell'azienda e una piccola icona. In alcuni casi, i submark possono fare semplicemente ricorso alle iniziali dell'azienda. Questi loghi si trovano negli spazi più piccoli, come nel piè di pagina dei siti web o delle email, sui biglietti da visita o altro ancora.

Se nel tuo logo principale è presente un'icona, puoi usarla in autonomia come simbolo di marca. Ad esempio, le iniziali del nome della tua azienda possono essere trasformate in un'icona che rappresenta la tua attività. Inoltre, il simbolo di marca può essere replicato per produrre pattern e fantasie, oppure può essere usato come favicon — ovvero, la piccola icona che i browser utilizzano per rappresentare il tuo sito web, ad esempio nella barra dei preferiti.

2.4 

Usa i colori giusti per trasmettere i significati chiave.

Usa i colori giusti per trasmettere i significati chiave.

I colori svolgono un ruolo cruciale nel marketing e nella pubblicità. Scegliendo il colore giusto per il tuo logo, puoi rafforzare le caratteristiche del tuo brand ed evocare determinate sensazioni e idee associandole alla tua azienda.

Prendi nota dei colori usati nei loghi della concorrenza diretta o delle aziende più famose nel settore.

Fai delle prove con diverse combinazioni di colori e sfumature finché non troverai il mix perfetto per il tuo logo.

Abbinare i colori può essere difficile, quindi è bene chiedere consiglio a quante più persone prima di compiere una scelta definitiva.

Cerca di mantenere il design del logo il più semplice possibile. Cerca di creare un logo che sia facile da replicare, composto da non più di tre colori e che sia facilmente riconoscibile anche completamente in nero.

2.5 

Fai attenzione al font, al carattere e alla tipografia.

Fai attenzione al font, al carattere e alla tipografia.

Carattere, font e tipografia (disposizione delle lettere all'interno del logo) sono tutti elementi che svolgono un ruolo vitale nella creazione dell'estetica del logo e, per tale motivo, è necessario fare molta attenzione nella loro scelta. Il carattere tipografico o font che sceglierai dovrà adattarsi allo stile del tuo logo.

Nella scelta degli elementi testuali del tuo logo, assicurati di:

Fare ricerche approfondite e una buona pianificazione. Scopri quali font vengono usati da altri brand all'interno dell'industria. Riesci a trovare dei font ricorrenti? In che modo il testo e gli elementi grafici interagiscono fra di loro? Ci sono degli schemi che vengono impiegati con maggiore frequenza? Prendi nota delle tue osservazioni a riguardo.

Capire come i diversi fonti e caratteri tipografici influenzano lo stile del logo. I font con grazie (allungamenti alle estremità delle lettere) danno un aspetto intramontabile al logo; i font senza grazie sono ideali per loghi più moderni; i font che ricordano la scrittura a mano, invece, danno al logo un tocco di eleganza e artigianalità e sono perfetti per conferire al design un'estetica vintage; i font di visualizzazione — o display font — creano loghi dalla forte personalità.

Sentiti libero di combinare diversi font, ma non usarne più di due per lo stesso logo.

Per identificare font interessanti, usa strumenti come WhatTheFont.

2.6 

Prova un logo maker online.

Prova un logo maker online.

Se hai bisogno di creare un logo in poco tempo, prova Zarla. Si tratta di un logo maker intuitivo e facile da usare che ti aiuterà a creare centinaia di design per il tuo logo in pochi minuti, il tutto gratuitamente.

Vai sulla home page.

Inserisci il nome della tua azienda e clicca su "Crea il tuo logo" per creare il tuo logo gratuitamente.

Inserisci il tipo di attività di cui ti occupi; dovrai farlo però in inglese (es. per "ristorante" usa "restaurant" o altre parole correlate come "food", per "negozio di vestiti" usa "clothing store" o "fashion" ecc.). Seleziona dal menu a tendina la migliore corrispondenza. Clicca su "Next".

Inserisci il tuo slogan (opzionale) e clicca su "Next".

Clicca su "Choose icons for me" se vuoi che Zarla scelga direttamente le icone oppure su "Search for icons" se vuoi essere tu stesso a selezionare le icone che più si addicono alla tua azienda.

Guarda tutte le proposte di logo e clicca su quella che ti piace di più.

Personalizza il logo nel modo che preferisci e, dopo aver finito, inserisci la tua email nel riquadro in alto a destra e clicca su "Download".

Controlla la tua casella di posta e segui tutte le istruzioni per accedere gratuitamente ai vari file del tuo logo.

3. 
3.1 
Finalizza il tuo logo.

Valuta ogni minimo dettaglio del logo prima di sceglierne la versione definitiva. Chiedi consiglio ad amici, colleghi e potenziali clienti per farti aiutare nella scelta finale.

Il logo dovrà essere immediatamente riconoscibile e comunicare in modo efficace il messaggio e i valori della tua azienda. Quando valuti il design del logo, ricordati di rispondere a queste domande:

Il mio logo è professionale e completa l'identità di marca della mia azienda?

Il mio logo darà ai clienti un'idea di ciò di cui la mia azienda si occupa?

Il mio logo è facile da ricordare e si distingue dai loghi della concorrenza?

Il mio logo è abbastanza versatile da poter essere stampato su tutti i prodotti o materiali promozionali che portano il nome della mia azienda?

Il mio logo resisterà alla prova del tempo o dovrò modificarlo e aggiornarlo in futuro?

La mia clientela ideale troverà il mio logo interessante?

Assicurati di evitare questi errori-comuni.

3.2 
Integra il tuo logo.

Dopo aver finalizzato il logo della tua azienda, dovrai integrarlo in tutti gli aspetti e ambiti. Scegli le varianti del logo ideali per biglietti da visita, packaging, siti web, email, social media, veicoli aziendali e molto altro ancora.

Assicurati di stabilire delle linee guida per la tipografia, i colori ed eventuali combinazioni di colori prima di richiedere qualsiasi materiale brandizzato.

1. Cliché del settore.

Evita elementi abusati; ovvero idee, design, concetti, forme, icone che hai già visto e rivisto nei loghi di altre aziende del tuo stesso settore. Per esempio, se la tua è un'azienda di yoga, non è necessario che l'icona del tuo logo abbia la figura di una persona nella posizione del loto. Optare per un approccio più moderno e innovativo ti aiuterà a differenziarti dalla concorrenza.

2. Loghi dal design complicato.

Un logo semplice e minimal sarà più facile da ricordare; inoltre, sarà più semplice stamparlo su diversi materiali promozionali come veicoli, vetrine, articoli di cancelleria e altro materiale di marketing. Un buon modo per capire se il design del tuo logo è semplice è quello di provare a disegnarlo a mano libera.

3. Scegliere un logo alla moda anziché uno sempre attuale.

Optare per un logo troppo moderno non sempre è la scelta migliore. Cambiare un logo nel corso del tempo, per adattarlo ai costanti cambiamenti del target e alle innovazioni della società, può essere molto complesso e soprattutto costoso, in quanto anche tutti i materiali promozionali dovranno essere modificati.

Come creare un logo su Microsoft Word

Impara come creare un logo per aziende, brand o negozi su Microsoft Word seguendo la nostra guida passo per passo.

FAQs:

Avere un logo è un modo veloce per permettere alle persone di identificare il tuo brand o azienda. Inoltre, il logo stabilisce una connessione emotiva e aiuta a costruire un rapporto di fiducia e lealtà tra cliente e brand.

Come creare un logo professionale?

  1. Considera il tipo di immagine aziendale che vuoi trasmettere ai potenziali clienti.
  2. Fai delle ricerche ed esamina i loghi della concorrenza per trovare l'ispirazione.
  3. Scegli i colori, il font e lo stile del logo che pensi sia più adatto alla tua azienda.
  4. Usa un logo maker per creare il logo perfetto.

Come creare un logo per una piccola o media impresa?

Puoi seguire tutti i nostri passaggi per creare un logo per la tua piccola o media impresa.

  • Assicurati che il logo rifletta i valori della tua azienda.
  • Evita di aggiungere troppi elementi o dettagli al design.
  • Accertati che il logo vada bene anche in bianco e nero.
  • Assicurati che il tuo logo sia unico, riconoscibile e memorabile.

Come creare un logo online gratuitamente?

Puoi usare Zarla per creare, editare e scaricare gratis centinaia di loghi. Vai sulla homepage, scrivi il nome della tua azienda e il gioco è fatto.

Cosa non dovrei fare quando creo il logo per la mia azienda?

  • Non usare i cliché del settore.
  • Non creare un logo dal design troppo complicato.
  • Non seguire le mode passeggere.

Il modo più facile e veloce per creare un logo è usare un logo maker online.

  • Monogramma o lettermark.
  • Loghi simbolici o iconici.
  • Wordmark or logotipo.
  • Logo con Mascotte.
  • Emblema.
  • Logo astratto.
  • Logo combinato o combination mark.

Come si chiama un logo che presenta solo il testo?

Un logo costituito solo dal nome dell'azienda si chiama logotipo o wordmark.

Articoli Correlati

Come Rendere un Logo Trasparente

Impara come rimuovere lo sfondo da un logo e quali strumenti usare per farlo.

Come Creare un Logo per YouTube

Crea un logo per il tuo canale YouTube con la nostra guida passo passo.

Loghi con Spazio Negativo

20 loghi che usano lo spazio negativo in modo creativo e intrigante.

Colori per Loghi: Trova il Colore Perfetto per il tuo Logo

Una guida per scegliere il colore ideale per il tuo logo.

Loghi Simmetrici

20 esempi di loghi simmetrici per la tua azienda, brand o negozio.